UPrato: Su Palazzo Pretorio spunta una freccia gigante

Nel tardo pomeriggio di domenica 17 giugno, i pratesi che stavano facendo la tradizionale passeggiata in centro si sono imbattuti in qualcosa di inusuale in piazza del Comune: la facciata del palazzo Pretorio ospitava l’installazione artistica di Beatrice Gallori, frutto del progetto UPrato, organizzato da BettaKnit insieme al Museo del Tessuto. Dal 18 giugno al 31 luglio l’installazione sarà collocata nel cortile del Museo del Tessuto.

Si tratta di una freccia enorme, larga 2 metri e alta 5,  ed è lo yarnbombing autorizzato più grande mai realizzato in Italia, come osservano gli organizzatori. L’opera è composta da pezzi di maglia eseguiti a mano da cittadini pratesi (e alcuni fiorentini!) che hanno usato un kit gratuito distribuito da BettaKnit.

È la prima volta che Prato partecipa alla settimana internazionale dello yarnbombing, fenomeno creativo che ha preso piede soprattutto negli Stati Uniti.

‘Può Prato, la cui economia si basa così fortemente sulla creatività, non contribuire a questo movimento internazionale?’ osserva Francesca Fani, titolare di BettaKnit e vice-presidente dell’Unione Industriale di Prato. L’installazione è stata preceduta da un evento di ‘Knitting in Public’ il 9 giugno – evento inserito nei festeggiamenti della giornata mondiale della maglia in pubblico –  durante il quale sono stati creati numerosi pezzi.

Francesca Fani (destra) e Beatrice Gallori (sinistra)

La freccia multicolor rivolta verso il cielo è simbolo di speranza, creatività e multiculturalità. Le attività di knitting e l’installazione finale sono state ben accolte dai cittadini che hanno apprezzato il messaggio positivo in un clima così difficile come quello attuale. Importante anche la partecipazione delle aziende locali che hanno donato il filato: Be.Mi.Va., EcafilBest, Giorgini Silvano, Gi.Ti.Bi. Filati, Igea, Industria Italiana Filati, Linsieme Filati, Pecci Filati e Pinori Filati. Sono stati distribuiti 350 kit gratuiti.

Visto il grande successo di partecipazione, i quadrati non utilizzati per l’installazione saranno donati ai bambini malati di AIDS in Sud Africa attraverso la Caritas KasCare. Al Museo del Tessuto e nei bar del gruppo Miraglia (i punti di distribuzione del progetto UPrato) si accettano i quadrati 20x20cm realizzati con il kit o con altri filati fino al 31 luglio, data entro la quale l’installazione sarà visibile nella piazza ex-Campolmi (Museo del Tessuto).

Tutte le foto sono su FLICKR! Se avete fatto un pezzo della freccia andate a fotografarvi indicando la vostra parte e condividete su twitter con il hashtag #uprato oppure mandaci la foto via email a betta @ bettaknit.com per essere inclusi nell’album. Un grande GRAZIE a tutti!

This post is also available in: Inglese