BettaKnit a Pitti Filati

Nonostante i molteplici impegni dovuti alla preparazione della nuova collezione, venerdì scorso siamo riuscite a ritagliarci qualche ora per una rapida visita a Pitti Filati, anteprima mondiale delle collezioni di filati per maglieria autunno/inverno 2013-14.

Come ogni stagione gli allestimenti organizzati all’entrata della Fortezza da Basso per le varie edizioni di Pitti Immagine sono fantastiche e non puoi non soffermarti, nonostante il tempo stringa, a scattare qualche foto!

Questa estate il tema riguarda il cibo e il ritorno alle cose naturali e semplici e ad alcune aziende espositrici è stato concesso l’onore di vestire i manichini/spaventapasseri con i loro look, nella speranza di poter raccogliere i loro frutti nel colorato orto/giardino della fiera.

Noi di BettaKnit, ispirandoci ad un mondo fatto di umanità, di amore per le cose semplici, un mondo pieno di tradizione e anticonformismo, non potevamo rimanerne indifferenti!

Entrando nel padiglione la sorpresa è stata ugualmente positiva: gli stand avevano bellissime installazioni e un campionario altrettanto accattivante, dove il colore continua a farla da padrone ancora per un po’!

L’ispirazione per i filati da maglieria arriva direttamente dalla natura e dai suoi colori, si va dai bruciati, a tonalità più neutre, che si sposano perfettamente al giallo, colore solare, e positivo che vuol ridare luce ai momenti bui che stiamo attraversando.

Si è trattato di una mattinata molto fruttuosa: le idee che abbiamo captato sono innumerevoli, così come la conferma che ci stiamo muovendo nella giusta direzione!

In effetti, Pitti Filati è l’appuntamento internazionale più importante nel settore dei filati per maglieria, un vero e proprio punto di osservazione per le nuove tendenze del lifestyle e laboratorio di ricerca. Fra le tante iniziative a sostegno della ricerca, un grandissimo successo è stato riscosso da “Feel the Yarn”, il primo enterprise social network interamente dedicato ai filati per maglieria.

Con il patrocinio ed il sostegno della regione Toscana, Feel the Yarn (a cura di Confindustria Prato, Consorzio Promozione Filati e Toscana Promozione) ha dato la possibilità a 20 studenti delle più prestigiose scuole di moda e design internazionali, di cimentarsi con la realizzazione di propri modelli, attingendo ai filati di alcuni produttori di zona.

I ragazzi hanno interpretato il tema del concorso “From material to immaterial”, sperimentando nuove tecniche, nuove forme, nuovi filati e i risultati sono stati stupefacenti.

Nonostante lo stand sia sempre stato molto affollato, noi di BettaKnit abbiamo avuto l’opportunità di incontrare gli studenti, di ammirare i loro lavori, di stringere relazioni per future collaborazioni. La vincitrice, Xiao Li, proveniente dal Royal College of Art di Londra, in effetti spiccava su tutti, con i proprio abiti che per certi versi richiamavano la tradizione e il passato nelle forme, ma che mostravano una buona sensibilità per le tematiche ambientali e per la modernità nell’ utilizzo di un filato di denim riciclato (ops… se ricordate è anche un nostro cavallo di battaglia!) combinato con tessuto in poliuretano in colori fluo!

Dopo questa fruttuosa full immersion nel mondo dei filati e della moda, ci aspetta un grande lavoro, per riorganizzare le idee, per ricontattare fornitori e partner e per partire alla grande con le nuove collezioni.

Continuate a seguirci…. A breve vi mostreremo alcune anteprima!