Beatrice Gallori, maglia é arte, maglia e arte

Creare una qualsiasi cosa da se, con le proprie mani è sempre un atto artistico che può essere visto principalmente come hobby, quindi nel tempo libero, oppure come soddisfazione personale o come professione. Talvolta è semplicemente il connubio di questi tre aspetti.

Oggi ci siamo ispirati a una giovane artista, Beatrice Gallori, che ha collaborato con BettaKnit nella creazione di alcuni prodotti. Aretina di nascita, ma pratese d’adozione, nasce da una famiglia che ha lavorato nel tessile, trascorrendo la sua infanzia tra fili e colori.

Beatrice Gallori

Durante e dopo i suoi studi presso il Polimoda, la maglia rappresenta per Beatrice non solo moda ma anche la sua terra, un legame forte che racchiude origini, sentimenti e ricordi. Da quando ha intrapreso il suo percorso artistico la maglia è divenuta anche materia da poter plasmare e definire.

Questa giovane artista è dotata di un’energia ed un carisma senza pari, i tratti salienti che si evincono dalle sue opere sono l’interesse e lo studio del movimento che ricrea sulla tela come un “fermo immagine” prima della sua caduta. Ogni movimento è diverso e irripetibile e rappresenta le energie e le emozioni dell’artista che lavora in maniera viscerale, riportando il tutto sulle sue opere monocrome.

Quando la tela non le basta più, sente il bisogno di sperimentare la terza dimensione, di far nascere completamente l’opera dalle proprie mani senza supporto alcuno ed ecco che nascono sculture e ceramiche denominate “colate”, vere e proprie colate di vernice intrappolate e ferme in una dimensione temporale, dopo la caduta ma prima dell’atterraggio, dove a volte si trovano piccole presenze umane e non.

Beatrice Gallori, poured ceramics, 2011

L’arte per Beatrice è vita, la respira e si nutre di essa quotidianamente anche essendo madre di due bambini: “non si smette mai di essere artisti, è uno stato mentale, una condizione. I miei figli respirano i miei lavori sempre, li vedono nascere, costruire e finire; ne parliamo insieme. Non si può scindere questo chiamiamolo “lavoro” dalla vita, sicuramente non è facile essere madre e al contempo artista ma è una simbiosi talmente naturale che la mia famiglia vive serenamente e che i miei figli adorano”  ci spiega Beatrice.

Beatrice Gallori, AROUND WORLD, 60x60 tecnica mista su tela, 2011

Nel 2010 nasce la collaborazione con BettaKnit attraverso un profondo confronto  con una delle fondatrici di questo marchio: Francesca Fani, che ha conosciuto Beatrice per la sua arte e che l’ha fortemente voluta per disegnare una collezione a serie limitata. Il brand rivisita il significato del lavoro a maglia ed a tal proposito l’artista si esprime molto bene dicendo: “lavorare a maglia è meraviglioso, è una creazione in piena regola che ti fa sentire molto realizzata a lavoro ultimato. Ritengo che tutto ciò che sia creativo possa essere, non solo stimolante ma anche estremamente educativo e se fatto attraverso gli occhi dei bambini acquista una naturale purezza che apre davvero mondi sconosciuti.” Un’esperienza unica perché ispirata a un’artista eclettica come Gallori che adora tutto ciò che fa tendenza e in particolar modo gli accessori definendo BettaKnit e suoi prodotti hand-made un’eccellenza “strong” ma senza tempo.

I prodotti BettaKnit creati in collaborazione con Beatrice sono i guanti Big finger, il copri testa Greasehead, la sciarpa Big One, la borsa Divine, la tuta Baby Gang, il vestitino bambina T-sheep, Point –point (coperta bambino), il cappello Gnocchi e la borsa limited edition Sheep, tutti disponibili sul nostro sito.

Per saperne di più delle opere di Beatrice, vede www.elexpo.it e www.beatricegallori.it

This post is also available in: Inglese