Guest Post – Riciclo sacchetti portagomitoli

Ciao, forse stai pensando di aver sbagliato blog, ma non è così. Sono la Fusilla Creativa e sono ospite di BettaKnit e ti suggerisco 3 idee di riciclo dei sacchetti di carta che la nostra amata Betta usa per spedire i suoi colorati gomitoli in giro per il mondo.

Tutto è cominciato quando ho comprato, per la prima volta, uno dei filati BettaKnit e mi sono ritrovata tra le mani un sacchetto di carta pieno di gomitoli. Superata l’euforia per l’acquisto, mi sono domandata: “che ci faccio con il sacchetto?”. Pensa che ti ripensa è arrivata la prima idea di riutilizzo: dei simpatici sacchetti a pois decorati con le tempere.
Però, non mi potevo fermare ad una sola idea ed ecco che armata di ago e filo ho cominciato a ricamare e sono nate 3 nuove soluzioni di riuso.

Riciclo n.1: Sacchetto corpi vaso

Adoro l’idea di usare un semplice sacchetto di carta marrone come copri vaso, ovviamente con un tocco in stile Fusilla Creativa. Infatti ho scelto di decorarlo con tre colori che indosso spesso, ispirati a quelli di Love my jeans, uno dei filati riciclati di BettaKnit che in questo post a tema riciclo ci sta benissimo, visto che si tratta di jeans riciclato. Vuoi provarci anche tu?
Ecco come ho fatto.
riciclo-sacchetto-bettaknit-coprivaso-fusillacreativa
Innanzitutto, devi sapere che il sacchetto usato da BettaKnit è composto da due parti. Quella esterna in carta bianca puoi facilmente staccarla dal sacchetto interno marrone. Se decidi di provare a ricamare a punto croce, ti consiglio di staccare la parte bianca. Così sarà più facile fare i fori in cui far passare l’ago.
riciclo-sacchetto-bettaknit-fusillacreativa-fiore-puntocroceSu un foglio a quadretti copia il disegno che vuoi ricamare, quindi poggia il foglio a quadretti sul sacchetto e con un punteruolo fai dei buchi dove deve passare l’ago, per creare lo stesso effetto della tela aida. Quindi procedi con il ricamo.
Avvertenza: inizialmente potresti avere qualche difficoltà e ti sembrerà di essere molto lenta. Sappi che è normale. Io ho fatto varie prove prima di trovare il ritmo giusto.
L’idea in più: il sacchetto copri vaso può diventare un simpatico packaging per un regalo green. Usa della carta velina colorata per completare il tuo pacco regalo.

Riciclo n. 2: Sacchetto porta pane

La primavera è arrivata e si possono finalmente organizzare pranzi e cene in giardino, ma bisogna stare attenti e proteggere il cibo dagli insetti, così ho pensato a un sacchetto in cui poter riporre comodamente e al sicuro il pane.
riciclo-sacchetto-bettaknit-portapane-fusillacreativa
L’idea è semplice: basta foderare il sacchetto con della stoffa, ad esempio un canovaccio, ed usare le estremità per coprire il pane.
sacchetto-bettaknit-riciclo-puntocroce-fusillacreativaPer la scritta “bread” puoi usare la stessa tecnica del fiore, stando attenta a non far spostare il disegno. Se non sei sicura di riuscirci, ferma il disegno con del nastro carta.
L’idea in più: se vuoi usare il sacchetto come normale porta pane (come ho fatto nella foto), crea una base, abbastanza alta, all’interno del sacchetto (per esempio con della carta di giornale), così da poter poggiare una ciotola che servirà a reggere il pane.
Non ti limitare al pane e usa i sacchetti anche per altri cibi, come snack o muffin per una festa.

Riciclo n. 3: Sacchetto porta pranzo

Ed eccoci all’ultima idea, quella più classica, cioè il porta pranzo. Io ho scelto di ricamare delle fragole, una decorazione a tema primaverile, ma tu puoi sbizzarrirti e ricamare i soggetti che ti piacciono di più. Ormai hai imparato la tecnica.
sacchetto-bettaknit-riciclo-portapranzo-fusillacreativa
Avvertenza: per quanto il sacchetto sia resistente, ricorda che è sempre meglio proteggere il cibo con ciotole o sacchetti ermetici.
L’idea in più: puoi usare i sacchetti porta pranzo per un pic nic al parco! In questo modo ogni partecipante avrà il suo sacchetto che potrà poi riutilizzare.

Ancora in cerca di idee? Guarda come ha usato il sacchetto Rita Bellati di Faccio e Disfo.
E tu come lo hai riutilizzato?
Aspetto di vedere le tue foto sui social con l’hastag #bettaknit #ilovebettaknit

This post is also available in: Inglese

,